Gli anti jammer funzionano?

L’anti jammer può essere efficace per i jammer di basso costo e di sole frequenze cellulari. Per capire più a fondo la questione bisogna analizzare come funzionano gli “anti jammer”.

Non fanno nient’altro che accorgersi che nell’area circostante vi è un disturbo della rete principale GSM. Una volta captato il disturbo, mediante un’altra frequenza, la più comunemente utilizzata è la frequenza satellitare GPS (specialmente per i veicoli), viene trasmetto il segnale d’allarme.

Qualora fosse utilizzato un jammer di sole frequenze cellulari, l’anti jammer risulterebbe efficace. Qualora però, fosse utilizzato un jammer anche per frequenze GPS, esempio è il nostro B39EVO, l’anti jammer risulterebbe sconfitto, dato che ne verrebbe impedita la trasmissione d’allarme.

 

Per maggiore sicurezza, è meglio eseguire questa scaletta:
1. Accendere il jammer B39 o B39EVO solamente con le frequenze GPS attivate al disturbo;
2. Aspettare 30 secondi e tramite gli interruttori presenti sul dispositivo attivare le restanti frequenze per cellulari;
3. Aspettare altri 30 secondi e l’anti jammer diventa “anti utile” 🙂

N.B.
Vi è la possibilità, nelle abitazioni specialmente, che l’anti jammer non trasmetta il segnale d’allarme tramite frequenza GPS, ma tramite frequenze radio. In quel caso, nessun problema, vi sono i jammer anche per le frequenze radio.

Abbiamo voluto essere molto dettagliati a riguardo NON per creare una “guida del ladro”, ma semplicemente per informare gli utenti di trovare vie alternative e più efficienti all’anti jammer.

Comment on this FAQ

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

No products in the cart.